1^ Domenica di Avvento

domenica 01 dicembre 2013

"Vegliate per essere pronti al Suo arrivo"

 

Dal Vangelo secondo Matteo (Mt 24, 37-44)

 

Come furono i giorni di Noè, così sarà la venuta del Figlio dell'uomo.

Infatti, come nei giorni che precedettero il diluvio mangiavano e bevevano, prendevano moglie e prendevano marito, fino al giorno in cui Noè entrò nell'arca, e non si accorsero di nulla finché venne il diluvio e travolse tutti: così sarà anche la venuta del Figlio dell'uomo.

Allora due uomini saranno nel campo: uno verrà portato via e l'altro lasciato.

Due donne macineranno alla mola: una verrà portata via e l'altra lasciata.

Vegliate dunque, perché non sapete in quale giorno il Signore vostro verrà.

Cercate di capire questo: se il padrone di casa sapesse a quale ora della notte viene il ladro, veglierebbe e non si lascerebbe scassinare la casa.

Perciò anche voi tenetevi pronti perché, nell'ora che non immaginate, viene il Figlio dell'uomo.

 

PREPARARE IL TERRENO= VIGILANZA


L'attesa, è essere teso, in veglia, in ascolto, pronto a reagire ad un minimo segno:

"Il Figlio dell'uomo viene, non lo vedete?".
Il tempo di Avvento può diventare il tempo per purificare il tuo sguardo, perché tu diventi capace di vedere, ogni giorno, la venuta, la luce, che si celebrerà a Natale.

 

PER RIFLETTERE

 

  • Dio vuol venire oggi in mezzo a noi: in che cosa abbiamo bisogno di lui?
  • A Natale Gesù verrà «a casa tua»: gli aprirai la porta per accoglierlo?
  • Ti sei scelto due o tre impegni per questo Avvento? Quali sono?
  • Prega raccontando a Gesù le sofferenze tue e del mondo intero, supplicandolo di venire in nostro aiuto.

 

Torna all'archivio

News ANS

Newsletter

Mantieniti aggiornato, ricevi le nostre news